SALUTE E INNOVAZIONE

Più tutele per l'accesso ai dati per finalità di ricarca scientifica

autore: PAMELA LA FARCIOLA

testata: isNews

data: 01/09/2018


Descrizione

Accesso ai dati personali e talvolta anche sensibili per finalità di ricerca scientifica, medica e/o statistica. necessario equilibrio e bilanciamento tra finalità di ricerca scientifica e accesso ai dati tentando saggiamente una via mediana che sviluppi la ricerca ma protegga anche i dati dei soggetti interessati.


Informazioni sull'autore

Sono Pamela La Farciola, 25 anni, laureata in giurisprudenza con lode alla Luiss Guido Carli e giornalista pubblicista. Attualmente, dopo aver vinto una selezione pubblica, lavoro presso la Asl Roma 2 dove mi occupo di gestione di contenzioso aziendale e curo gli adempimenti legati alla protezione dati personali, soprattutto in ambito sanitario. La protezione dati sanitari è stata parte anche del periodo formativo antecedente presso l’Ufficio dell’ Autorità garante privacy e del corso di perfezionamento in diritto Europeo sulla protezione dati personali. La mia passione per le tematiche nasce fin dalla tesi di laurea sul diritto all’oblio ed è stata incrementata da una costante successiva formazione. Ho, inoltre, conseguito un master di II livello in Parlamento e Politiche Pubbliche e la pratica forense presso l’Avvocatura Generale dello Stato. Sono attualmente studentessa del corso di Alta Formazione alla Università Sapienza in “Economia e Management in Sanità”. Come giornalista mi sono occupata periodicamente di tali tematiche.



< Altri servizi